venerdì 18 giugno 2010

Procrastinazione

è grave, una malattia
ma la complessità dipende semplicemente dal riferimento
dal sistema di riferimento. certe cose della fisica aiutano
è come spiegare il senso del jazz a un giapponese
o la bellezza delle tre righe di un haiku a un europeo
certe cose quando ci stai dentro sono innocentemente semplici
intuitive
il problema è impacchettarle per la testa degli altri
per la presunta testa degli altri [ad essere precisi]
che tu in realtà il loro riferimento neanche lo conosci
lo supponi appena. parole a ruota.
e silenzi di vuoto. a scandire.
ad essere retorici in quei silenzi ci senti i pensieri che scorrono
girano intorno
delimitano
delineano
circoscrivono
evitano
il centro
non lo so se al centro c'è il nullla
forse c'è solo la mia intimità
intimità finisce con la lettera A
sarebbe bello essere spensierato. almeno li
sarebbe bello essere scanzonato. almeno.
non dovevo piombare cosi. caderci sopra.
peso.
era il secondo periodo di incomunicabilità
e l'incomunicabilità è autoreferenziale perchè si può risolvere
con la sua stessa causa
e l'esternazione di per se è superficiale
la profondità va intuità
dovrebbe esistere una parola tedesca molto filosofica
per indicare un concetto tipo "riconoscimento intuitivo"
come uno che ha perso la memoria dopo un incidente
e recupera tutto improvvisamente, con un gesto.

1 commento:

c_c_c_c_contessa ha detto...

stamattina volevo scriverci un post a riguardo, ma poi ho scritto qualcosa sulla polvere